Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /membri/teleradionews/wp-includes/wp-db.php on line 57

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/teleradionews/wp-includes/cache.php on line 36

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /membri/teleradionews/wp-includes/cache.php on line 384

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 541

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 541

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 541

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 541

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 560

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 659

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 659

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 659

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 659

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri/teleradionews/wp-includes/classes.php on line 684

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/teleradionews/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri/teleradionews/wp-includes/theme.php on line 540
Teleradio News » Blog Archive » Ruviano. Rievocazione storica sul fiume.
Crea sito

Ruviano. Rievocazione storica sul fiume.


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri/teleradionews/wp-includes/formatting.php on line 82

Ruviano. Rievocazione storica sul fiume. Anche quest’anno si rinnova in Alvignanello di Ruviano il tradizionale appuntamento con la “giornata di rievocazione storica”, un’occasione per tornare ad un passato non da rimpiangere come tempo di grandi gesta di grandi uomini ormai perduti, ma da conoscere perché meno lontano di quanto si pensi al presente. E solo a partire dal riconoscimento delle grandezze e delle miserie del cuore umano di ogni epoca ci l’urgenza di non ripetere gli errori di quanti ci hanno preceduto può essere sostenuta dal fare tesoro della grano eredità culturale che ci hanno lasciato quanti ci hanno preceduto: “siamo nani sulle spalle dei giganti”! La manifestazione, realizzata a cura della parrocchia S. Andrea Apostolo e del Centro Sociale Oratorio A.N.S.P.I., sotto la direzione di Don Massimiliano ladarola, si inserisce all’interno di un più ampio programma articolato in quattro serate, col patrocinio del Comune di Ruviano, dedicate alla cultura ed allo spettacolo. E così, giovedì 9 settembre alle ore 20, “tra storia e leggenda”, saranno rievocati i fatti della conquista cartaginese del medio Volturno nel corso della seconda guerra punica, particolarmente negli anni tra il 217 e il 212 a.C. Il racconto, che avrà come scenografia naturale l’area S.I.C. in Alvignanello, trae origine da storie Tito Livio, Gneo Nevio e Polibio inserite nel contesto storico della guerra che fu combattuta tra Roma Cartagine per iniziativa dei Cartagínesi, intenzionati a riscattarsi dalla sconfitta subita nella prima guerra punica Se questo secondo conflitto non fu certamente il più importante per durata, lo fu per l’ampiezza del popolazioni coinvolte, per i suoi costi economici e umani, per le decisive conseguenze sul piano storico, politico e quindi sociale dell’intero mondo mediterraneo. Annibale, il condottiero cartaginese dal nome che, in punico, aveva il significato di Dono o Grazia di Bai figlio di Amilcare che era stato soprannominato Barca - da Barak che, sempre in punico, significava fulmine era nato nel 247 a.C. A soli 26 anni, fu generale dell’esercito cartaginese in Iberia e con la presa di Sagunto n 219 aveva dato inizio alla guerra contro i Romani. All’età di 30 anni, Annibale era nel medio Volturno. La sua cultura è fondamentalmente greca: greco Sparta il suo precettore, greci gli intellettuali che frequentava, greca la lingua nella quale dettava le sue opere andate purtroppo perdute, greco di Sicilia, infine, Sileno, lo storico che, sempre al fianco del genera cartaginese, fu testimone delle sue guerre e fonte primaria di Polibio. Ma ciò che più stupisce è il fatto che ad analizzare approfonditamente il sistema militare annibalico fu proprio il suo più acerrimo nemico, Publio Cornelio Scipione: nessuno meglio di Scipione, infatti, si rese coni dell’inesplorato orizzonte aperto dal generale cartaginese nell’arte della guerra al punto da comprender l’intimo meccanismo. Furono le sue innovative e straordinarie tattiche militari a suggerire ai Romani con poter, in seguito, muoversi alla conquista di tutto il bacino del Mediterraneo. Ma prima che Roma potesse conquistarsi definitivamente il titolo di “caput mundi”, per una quindicina di ani Annibale riuscì a tenere il campo in una terra ostile e contro potenti forze guidate da una serie di abili genera] nonostante lo scarso aiuto fornitogli dalla madrepatria. A conferma del suo genio militare, si pensi che non si 1 notizia alcuna di ammutinamenti nei suoi eserciti, quand’anche composti da Libici, Iberici e Galli. Per l’odio nutrito nei suoi confronti, i Romani, gli autori della storia “ufficiale” per alcuni secoli successivi non hanno potuto rendergli giustizia: Tito Livio, che pure non ha potuto tacere le sue grandi qualità, ha dovuto forse calcare la mano sui suoi vizi, fra cui la sua perfidia nelle imboscate e l’inumana crudeltà, per la verità non troppo diversa da quanto richiesto dalle usanze belliche dell’epoca. E su questo sfondo, offerto dalla grande storia, che verrà raccontata una tranquilla serata di settembre, dell’anno 217 a.C. tra storia e leggenda. Questo il programma: Giovedì, 9 settembre 2010, ore 20, Area Sic Alvignanello di Ruviano: Annibale alle porte. La conquista cartaginese del medio Volturno, tra il 219 ed il 217 a.C. Rappresentazione in costumi d’epoca. Venerdì 10 settembre, ore 19: D.J.Pizza - esibizione di pizza acrobatica; ore 20: Na Camminata ‘Into `e Fatti Cantanno Canzone - Commedia della Compagnia Anima e Core - Pi loco Alvignano. Sabato 11 settembre, ore 20: A don Lorenzo Milani - di e con Angelo Maiello.  Domenica 12 settembre, ore 20: La sai l’ultima al Villane - con artisti locali. (Comunicato Stampa parrocchiale)

Comments are closed.