Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri/teleradionews/wp-includes/formatting.php on line 82

Castel Campagnano. Elezioni, scontro frontale. Tutto come previsto, due i contendenti: Campagnano e Di Sorbo. Con la consegna al segretario comunale Giuseppe Foirillo della seconda lista, nel tardo pomeriggio di venerdì 26 febbraio si è conclusa la estenuante fase propedeutica alla vera e propria campagna elettorale per la riconquista del palazzo. Campagna di fatto iniziata il giorno stesso del commissariamento, improvvido soprattutto per i tanti elettori che si accingono a riconfermare la fiducia al defenestrato sindaco Giuseppe Di Sorbo. Secondo i quali a tale inopportunità va imputata non solo l’ingente spesa per il commissario, ma anche la scomparsa, fra i contendenti, dei “franchi tiratori”, Antonio Cimino, Aldo De Filio e Angelo De Filippo, anche se uno sarebbe stato tacitato dal principale beneficiario del voltafaccia con la promessa di un assessorato esterno, da molti ritenuto decisamente improponibile, alla stregua di uno scanno nel parlamentino provinciale. Chi vivrà vedrà. Intanto registriamo in nuovo assetto delle liste, da cui, oltre al cambio di guardia della prima, con il ritorno al vertice di Nicola Campagnano, ai danni dell’ex asiprante sindaco Scipione De Leone, si evince un’equa suddifìvisione fra candidati del capoluogo e della frazione Squoielle, a conferma dello storico campanilismo che, oltre a clamorose spaccature ciascuna delle due liste annovera candidati delle due minuscole realtà locali. La prima, quasi totalmente rivoluzionata,vede l’ex sindsaco Nicola Campagnano sostenuto, in mero ordine alfabetico (di cognome) da: Fiorentino Cammarota, Stefano Campagnano, Luigi Caterino, Maria Elena Coppola, Alberto De Biase. Scipione De Leone, De Rosa Osvaldo, Maria Luisa Mancini, Andrea Marcuccio, Gennaro Marcuccio, Franco Marini Ricci e Vincenzo Sgueglia. In buona parte conservato invece l’assetto che nel 2007 determinò la netta prevalenza della lista capeggiata da Giuseppe Di Sorbo,  ora denominata: “Insieme verso il futuro”, rafforzata da innesti propizi, segnatamente in sostituzione dei ribaltonisti, e sostenuta da: Nadia Coppola, Gina De Carlo, Lino Della Morte, Pietro Ugo Della Morte, Argentino Mancini Pio, Raffaele Marcuccio, Diamante Santoro, Irene Scalzitti, Pietro Sivo, Andrea Tarantino, Antonio Tebano e Marcello Tebano.